BUCATO A MANO: CONSIGLI PER UN RISULTATO PERFETTO

 

Innanzi tutto, per evitare sprechi di acqua e detersivo ed avere un risultato impeccabile, è bene selezionare i capi da lavare dividendoli per composizione del tessuto e colore. Il dosaggio del detersivo dovrà essere adeguato allo sporco da trattare e alla durezza dell’acqua, infatti più calcare è presente meno il prodotto sarà efficace e sarà difficile avere il bucato pulito.

Le macchie più ostinate, come sugo, vino o cioccolato, vanno pretrattate. Per questa operazione utilizzate del sapone di Marsiglia da mettere direttamente sull’unto e lasciandolo agire per qualche ora.

Prima di procedere con il lavaggio lasciate in ammollo la biancheria in acqua fredda per un breve periodo. Come per la lavatrice, anche se si lava a mano, bisogna regolare la temperatura dell’acqua in base al capo da trattare: cotone e lino dai colori resistenti possono essere lavati con alte temperature, perciò riscaldate una pentola d’acqua sul fuoco fino a portarla ad ebollizione ed aggiungete dell’acqua fredda fino a raggiungere una temperatura adeguata.

 

La lana e i delicati vanno lavati con l’acqua fredda, mentrecolorati delicati, abiti scuri e la biancheria poco sporca, con acqua tiepida a 30-40 gradi. Inoltre, ricordate che i capi di lana vanno lavati a rovescio e strizzati mettendoli tra due asciugamani per non rovinarli.

Una volta finito di lavare il vostro indumento ponetelo all’interno di un secchio e aggiungete qualche goccia di intensificatore per donare ai vostri capi un profumo inebriante e persistente. Per il risciacquo usate acqua fredda con l’ammorbidente o, in alternativa dell’aceto per rendere morbido e lucente il tessuto.

Il bucato va immerso più volte nell’acqua fintanto che tutto il sapone sarà stato eliminato, infine date un’ultima passata sotto l’acqua corrente: il risciacquo dev’essere sempre abbondante e accurato.

Una volta finito di sciacquare stendete subito il bucato per evitare che si formino grinze e troppe pieghe: in questo modo potrete ridurre sensibilmente l’uso del ferro da stiro.